Tu sei qui

Decreto 121 / 2014

Versione stampabileVersione PDF
Pubblicato in data: 
Giovedì, 9 Ottobre, 2014
Oggetto: 
Misure sanitarie per la lotta alla febbre catarrale degli Ovini (Blue tongue) nella Regione Abruzzo.
Sintesi: 
La Direttiva 2000/75/CE del Consiglio del 20 novembre 2000 stabilisce disposizioni specifiche di lotta e di eradicazione della febbre catarrale degli ovini, recepita con Decreto Legislativo 9 luglio 2003 n. 225 relativo alle misure di lotta e di eradicazione del morbo della "lingua blu" degli ovini e ss.mm.ii; ll Regolamento (CE) n. 1266/2007 della Commissione del 26 ottobre 2007, relativo alla Direttiva 2000/75/CE del Consiglio, fissa poi misure di applicazione per la lotta, il controllo, la vigilanza e le restrizioni dei movimenti di alcuni animali appartenenti a specie recettive alla febbre catarrale.
 
Per l'attuazione del Piano di sorveglianza, presentato dall'Italia alla Commissione Europea per l'anno 2014 e approvato con decisione di esecuzione della Commissione 2013/722/UE e con distinti provvedimenti, tutte le province abruzzesi sono state inserite nei territori sottoposti a restrizione per Blue tongue. Considerato che la rapida evoluzione dell'infezione ha fatto registrare già 74 focolai di BTV.1 in Abruzzo, iI Servizio Sanità Veterinaria e Sicurezza Alimentare della Direzione Politiche della Salute, con nota del 29 agosto 2014, prot. 227769, ha comunicato al Dipartimento per la Sanità pubblica veterinaria del Ministero della Salute l'avvio della vaccinazione, con il vaccino monovalente inattivato da sierotipo BTV1, degli animali sensibili che verranno movimentati dalle aree sottoposte a restrizione verso le zone indenni. Successivamente il Comitato Regionale per le Zooprofilassi (C.R.Z.), Organismo tecnico-scientifico sulle emergenze veterinarie e le zoonosi, nella riunione del 22.9.2014 presso la Direzione Politiche della Salute, ha concluso sulla opportunità di procedere alla immunizzazione dell'intero effettivo della popolazione zootecnica regionale, procedendo quindi alla vaccinazione degli ovicaprini e poi alla vaccinazione dei bovini.
 
Con il documento contenente le Linee Guida per la gestione dell'emergenza Blue tongue in Abruzzo sono state previste le misure legate all'emergenza blue tongue per il contenimento della malattia, relative sia alla gestione dei focolai, sia alla movimentazione dei capi sensibili, sia alla vaccinazione degli animali. E' stato redatto anche il Piano di Vaccinazione (contenuto all'interno delle Linee Guida per la gestione dell'emergenza Blue tongue in Abruzzo) che, ai sensi dell'art. 4 del Dispositivo Dirigenziale del Ministero della Salute n. 5662 del 14 marzo 2014 è stato trasmesso, per l'approvazione preventiva ai Ministero della Salute e al CESME: con l'adozione del decreto è stato quindi disciplinato l'intervento vaccinale sull'intero effettivo della popolazione zootecnica ovi caprina e bovina regionale.