Tu sei qui

Una nuova Risonanza Magnetica all'ospedale di Teramo

Versione stampabileVersione PDF
Martedì, 10 Settembre, 2019

Perfezionato proprio oggi, come già annunciato qualche mese fa, l’acquisto di un tomografo a Risonanza Magnetica 3,0 tesla che sarà destinato all’Ospedale di Teramo.

La qualità delle immagini di RM è direttamente proporzionale all’intensità del campo magnetico che, negli ambiti di applicazione diagnostica, va in genere da 0,5 a 1,5 tesla. Una risonanza magnetica a 3 tesla è l’ultima innovazione tecnologica nel campo e trova utilizzo sia in ambito neuro-radiologico che in radiologia generale, con applicazioni elettive nella branca oncologica. Fornisce immagini diagnostiche di qualità e nitidezza elevatissime con la capacità di visualizzare anche lesioni molto piccole.

Questa apparecchiatura, inoltre, è in grado di acquisire immagini in pochi secondi, con il vantaggio di ridurre il tempo di permanenza del paziente all'interno della macchina, evitando per quanto possibile i disturbi claustrofobici che spesso vengono lamentati dagli utenti.

Quest’ultimo gioiello tecnologico, acquistato attraverso il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione al costo di circa 1 milione di euro, sarà operativo e funzionante non appena la macchina sarà installata e collaudata.

Nel frattempo, la Radiologia dell’ospedale “G. Mazzini” è oggetto di ristrutturazioni edili, anche per consentire l’inserimento di questa grande apparecchiatura all’interno del Reparto.

“Questa Direzione Strategica – dice Maurizio Di Giosia, attuale Direttore Generale f.f. della ASL teramana – ha sempre mantenuto quello che aveva promesso. Avevamo detto che avremmo acquistato una Risonanza Magnetica di ultima generazione, potente e dalle incredibili capacità diagnostiche, e così abbiamo fatto. I pazienti della ASL di Teramo hanno diritto ad ottenere i migliori servizi sanitari possibili, e noi per questo continueremo a impegnarci con tutte le nostre forze.”

 

Responsabile pubblicazione: