Tu sei qui

Ricerca medica: Miur finanzia due progetti della D'Annunzio

Versione stampabileVersione PDF
Venerdì, 26 Agosto, 2016

La giunta regionale ha approvato le convenzioni che consentiranno l'avvio di due progetti di ricerca, finanziati con fondi del Ministero dell'Università e della Ricerca, per un investimento complessivo di circa 800mila euro. Il primo, che ha una dotazione di 421mila euro, riguarda "l'analisi del ruolo pato-biologico e del valore prognostico e predittivo della nuova chitochina interleuchina 30, nel cancro della prostata". E' condotto dalla dottoressa Emma Di Carlo, dell'Università "Gabriele D'Annunzio" di Chieti-Pescara, ed è afferente all'area biomedica. Il secondo progetto, invece, ha ricevuto 366mila euro ed è incentrato sugli "effetti del training multimodale su cognizione, biomarkers rs-rmf e sull'integrità strutturale del cervello in pazienti affetti da Mild Cognitive Impairment". Il responsabile è il dottor Stefano Sensi, dell'Università "Gabriele D'Annunzio" di Chieti-Pescara, convenzionato con la Asl di Pescara, ed è afferente all'area clinico-assistenziale. "E' un grande successo per i nostri atenei, ma è un risultato importante per l'Abruzzo - sottolinea l'assessore alla programmazione sanitaria Silvio Paolucci - perché dimostra la vitalità e l'eccellenza delle strutture di ricerca regionali, in grado di proporre progetti di alto livello e capaci di attrarre finanziamenti". FRAFLA
 

Responsabile pubblicazione: