Tu sei qui

Osteonecrosi: il 9 aprile corso a Pescara

Versione stampabileVersione PDF
Mercoledì, 30 Marzo, 2016

Sabato 9 aprile, dalle ore 8.30 alle ore 14, nella Sala Conferenze delle Torri Camuzzi di Pescara (in Largo Filomena Delli Castelli, 10), si terrà il corso “Prevenzione diagnosi e cura della osteonecrosi da farmaci – Progetto Nazionale su prevenzione diagnosi e cura della osteonecrosi da farmaci delle ossa mascellari”. L’evento è patrocinato dalla Regione Abruzzo ed è stato organizzato dal dottor Giuliano Ascani, responsabile dell’Unità Operativa Semplice Dipartimentale (UOSD) di Chirurgia Maxillo Facciale del Presidio Ospedaliero di Pescara e referente scientifico per il progetto Nazionale su prevenzione diagnosi e cura della osteonecrosi da farmaci delle ossa mascellari, e dal dottor Donato Natale, Dirigente Medico Unità Operativa Complessa di Oncologia del nosocomio pescarese. Dal 2014 l’UOSD di Chirurgia Maxillo Facciale di Pescara è stata inserita tra i Centri di Riferimento Nazionali indicati dalla Società Italiana di Medicina e Patologia Orale (SIPMO) e dalla Società Italiana di Chirurgia Maxillo Facciale (SICMF) per la prevenzione, diagnosi e cura della osteonecrosi da farmaci delle ossa mascellari. Negli ultimi anni è emerso con forza che alcune classi di farmaci come i bisfosfonati ed altre molecole, prescritti per la salvaguardia e la cura dell’apparato scheletrico sia in paziente oncologico che non, possono associarsi all’insorgenza della osteonecrosi delle ossa mascellari, soprattutto in concomitanza con patologie infettive-infiammatorie dento-parodontali e con procedure odontoiatriche invasive. La prevenzione rimane tuttora l’approccio più significativo per la tutela della salute orale in questi pazienti, riducendo la possibilità che si instaurino eventi infiammatori o infettivi. Scopo di questo corso è, quindi, aggiornare gli odontoiatri sui protocolli di prevenzione e di management dedicati ai pazienti che devono assumere o già assumono tali farmaci, al fine di approcciarsi e curare il paziente nel modo migliore.
 

Responsabile pubblicazione: