Tu sei qui

Herpes genitale

Versione stampabileVersione PDF

Herpes genitale

Responsabili dell'infezione due ceppi virali, l’Herpes simplex tipo 1(HSV-1) e l'Herpes simplex tipo 2 (l’HSV-2).

La maggior parte dei casi ricorrenti di herpes genitale è causata dall’HSV-2. Tuttavia, una proporzione sempre maggiore di casi di infezione anogenitale da herpes è attribuibile all’HSV-1, maggiormente responsabile dell'herpes labiale. L'infezione provoca lesioni cutanee localizzate prevalentemente nell’area vulvo-vaginale, sul pene, intorno all’ano, su natiche e cosce, caratterizzate da vescicole spesso dolorose. L'incidenza dell'infezione da herpes genitale è rimasta costante nell’ultimo decennio, con una diffusione nella popolazione generale di circa l'8%.

In genere, la maggior parte delle persone che ha l’herpes genitale non manifesta sintomi né lesioni evidenti.

In altri casi, però, può capitare di avere dei sintomi molto lievi, oppure piccole lesioni tipo papule.
Queste possono essere ulcerate, a volte dolorose e a volte asintomatiche, e presentarsi a livello dei genitali, ripetutamente con un andamento ciclico: cioè compaiono, dopo 10-15 giorni scompaiono, per poi manifestarsi di nuovo.

Fonte: Ministero della Salute.


Le informazioni di seguito fornite non sostituiscono in alcun modo il parere e la visita del medico.


Indice alfabetico delle patologie inserite

A (6) | B (2) | C (7) | D (7) | E (6) | F (5) | G (1) | H (2) | I (9) | L (5) | M (8) | O (2) | P (7) | R (1) | S (9) | T (11) | U (1) | V (2) | W (1)

Clicca su una delle lettere.